Francesca Fedeli

Fellow dal 2015

Organizzazione: Fight The Stroke

Facebook | Twitter

Questa descrizione di Francesca Fedeli e del suo lavoro è stata preparata quando Francesca è stata eletta Ashoka Fellow nel 2015.

A differenza dell'ictus che colpisce le persone anziane, la cui incidenza può essere prevenuta attraverso uno stile di vita sano, le cause degli ictus neonatali sono in gran parte sconosciute. Il fenomeno è più diffuso che percepito, con 2-3 neonati colpiti ogni 1000. Attraverso la sua organizzazione, Fight the Stroke (FTS), Francesca Fedeli sta sviluppando un approccio olistico alla questione dell'ictus pediatrico, che ha implicazioni di vasta portata per il trattamento di una miriade di altre malattie. Fornisce alle famiglie un meccanismo di superamento per capire cosa è successo ai loro figli, per sentirsi supportati da una rete internazionale di genitori che condividono la stessa situazione e che si impegnano nella riabilitazione dei loro figli a casa.

Francesca ha progettato un kit di riabilitazione che mette insieme giochi e strumenti tecnologici con la riabilitazione domiciliare faccia a faccia. Applicando le ultime scoperte scientifiche sulle cellule cerebrali responsabili dell'imitazione e dell'empatia (conosciute come neuroni specchio) ha creato un approccio completamente nuovo alla riabilitazione utilizzando la tecnologia del videogioco wireless (basata sul sistema Microsoft Kinect). I bambini migliorano durante i giochi e, soprattutto, il software raccoglie i dati su ciascun movimento del corpo, proponendo una riabilitazione ad hoc basata sui progressi di ogni bambino. La raccolta di dati a lungo termine potrebbe anche fornire una base scientifica per capire meglio l'ictus infantile e migliorare la sua cura e creare un nuovo modello integrato di cura della malattia. Spostando la riabilitazione dall'ospedale a casa, i genitori sentono anche i benefici terapeutici di essere direttamente coinvolti nel miglioramento dei loro figli. 

Francesca sta sfruttando il potere di guarigione dell'empatia - il legame genitore / figlio - per accelerare i risultati di salute tra i pazienti e responsabilizzare i genitori a riabilitare i propri figli. La sua combinazione di tecnologia per videogiochi e sfruttamento del potere dell'empatia ha il potenziale per trasformare profondamente la riabilitazione e la cura per tutti i tipi di traumi.

Francesca ha iniziato il suo lavoro in Italia, ma dopo una borsa di studio negli Stati Uniti, sta mobilitando una crescente comunità internazionale di genitori per sensibilizzarli sul tema e collegarli al settore scientifico e medico. FTS ha ampliato il proprio raggio d'azione a livello internazionale con le famiglie impegnate attraverso l'International Alliance for Pediatric Stroke e il primo gruppo di difesa e sostegno in Italia, raggiungendo oggi più di 200 genitori!

Approfondisci con la sua intervista per la Repubblica degli Stagisti