Fellow Ashoka
Italy
Fellow dal 2016

Dario sta dando ai consumatori il potere di distruggere l'influenza culturale ed economica della mafia. E’ tra i fondatori di Addiopizzo, una realtà che sta creando, per gli imprenditori, opportunità economiche libere dal controllo della mafia e dando ai consumatori nuovi ventagli di opzioni. Il Comitato Addiopizzo è un movimento antimafia nato da un gruppo di giovani intorno a uno slogan: un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità. E’ un movimento aperto, fluido, dinamico, che agisce dal basso e si fa portavoce di una “rivoluzione culturale” contro la mafia, con una strategia inedita: il consumo critico contro il pizzo. I cittadini sostengono con i propri acquisti i commercianti che non cedono alle richieste estorsive e che si sono apertamente schierati contro la prepotenza mafiosa. Come ulteriore declinazione della strategia del consumo critico contro il pizzo, dal Comitato nasce anche Addiopizzo Travel, una società cooperativa che opera nel settore del turismo etico. Oltre che contribuire allo sviluppo di un circuito di economia pulita, Addiopizzo Travel promuove la sensibilizzazione delle nuove generazioni sul reale impatto della mafia ed educa alle azioni che possono essere portate avanti da tutti per contrastarla. Dal 2009, le sue attività hanno coinvolto oltre 11.000 turisti, e hanno prodotto un fatturato di € 615.671 verso imprese pizzo-free, contribuendo allo sviluppo di un circuito di economia pulita.

Questa descrizione di Dario Riccobono e del suo lavoro è stata preparata quando Dario Riccobono è stato eletto Ashoka Fellow nel 2016.
La nuova idea
Il problema
La strategia
La persona

Altre info per te