Il problema

Nei paesi più poveri, dove la manodopera costa poco, si trovano i più grandi distretti industriali del tessile, che permettono al resto del mondo di acquistare capi a prezzi stracciati. Purtroppo, questi prezzi non riflettono il costo reale di quel prodotto: sfruttamento dei lavoratori, lavoro minorile, danni ambientali. Sono sempre le popolazioni locali a pagarne il prezzo.

Ne è un esempio la regione di Xintang, in Cina, dove viene prodotto un terzo dei jeans di tutto il mondo. 

Xintang Polluted EastRiver

L'industria del tessile qui impiega circa 220.000 persone per produrre oltre 300 milioni di capi all'anno. Ma se guardiamo all'effetto che l'inquinamento ha avuto sull'East River e sulla popolazione : il fiume in certi punti è blu scuro, presenta un ph di 12 e livelli di metalli pesanti, come il cadmio, superiori a 128 volte il limite sostenibile; i lavoratori si rifutano di lavorare nelle fabbriche per via delle molte persone rese sterili dai fumi tossici, l'alta incidenza di tumori e altri problemi, come rash cutanei, per cui altre persone vengono attratte nella regione con prospettive di guadagno superiori alla media (circa 300€ al mese).

 

La soluzione

Per contribuire a risolvere questo problema, dal 2015 Ashoka e la Fondazione C&A si sono alleate per lanciare Fabric of Change (Tessuto/Trama del Cambiamento), un'iniziativa globale che mira a supportare gli innovatori nel settore della moda e del tessile, per promuovere un diverso modello di produzione e consumo. Attraverso il supporto ai Fellow e agli innovatori impegnati su questi temi, Fabric of Change punta a creare una comunità connessa con i territori dove questi drammi si stanno consumando. Tutti possiamo partecipare, basta modificare le nostre abitudini di consumo e supportare iniziative come questa. Noi siamo Ashoka, noi siamo il Tessuto del Cambiamento!

L'ultima edizione

L'edizione di quest'anno è stata lanciata lo scorso Maggio durante il summit di Globalizer a Bengalore, India. durante l'incontro, che ha riunito numerosi Fellow  e membri della comunità di Ashoka da tutto il mondo, sono stati presentati gli innovatori sociali attivi su questi temi, tra i quali il Fellow italiano Flaviano Bianchini. Sono stati messi in palio 250.000€ per aiutare le soluzioni ritenute più meritevoli ad ampliare la portata del proprio impatto e trasformare il settore dell'industria tessile per sempre. Lo scorso 9 agosto il panel di esperti e giudici ha finalmente annunciato i vincitori di questa edizione. Potete scoprirli qui.

 

Continuate a seguirci perchè vi racconteremo ancora di questo tema molto importante, attraverso le storie degli innovatori che si stanno impegnando per cambiarlo. Stay tuned!

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta su 22 Agosto 2017
Argomenti correlatiAmbiente e Sostenibilità Business e Impresa Sociale Diritti Umani E Uguaglianza Impegno civico Imprenditoria Sociale

Autore

Diego Chitarrini

Altre info per te