Il progetto sull'empatia della Ashoka Fellow Mary Gordon premiato in Canada per qualità innovativa

La prima Ashoka Fellow eletta in Canada, Mary Gordon è la vincitrice del 2018 dell’Innovation Award riconosciuto dal Governatore generale del Canada. Il premio è conferito a persone, gruppi e organizzazioni le cui innovazioni siano realmente eccezionali, trasformative e positive nel loro impatto sulla qualità della vita in Canada.

L’obiettivo del premio è quello di ispirare i cittadini canadesi, e in particolare i più giovani, a dedicarsi all’innovazione ed emulare chi si assume un rischio imprenditoriale nello sviluppare nuove e migliori strategie per creare valore sociale, oltre a quello di promuovere una cultura dell’innovazione che produca un impatto significativo sulle nostre vite. Ogni anno vengono individuati fino a sei vincitori, attraverso un processo meritocratico in due fasi. Tale processo è gestito dalla Fondazione del Canada per l’Innovazione. 

Mary Gordon

Ashoka Fellow since Mag 2002

Gordon è riconosciuta a livello internazionale come una pluripremiata imprenditrice sociale che ha creato programmi incentrati sul potere dell’empatia. Nel 1996 ha creato il programma Roots of Empathy (Le Radici dell’Empatia) in Ontario. La sua organizzazione non profit offre programmi in ogni provincia del Canada, ma anche in Nuova Zelanda, negli Stati Uniti, in Irlanda, Irlanda del Nord, Inghilterra, Galles, Scozia, Germania, Costa Rice e Svizzera.

Gordon è una pioniera la cui missione è costruire una società solidale, civile e pacifica. La sua innovazione iniziale è stata creare il primo programma genitoriale del Canada basato in una scuola, l’Ontario’s Parenting and Family Literacy Centres, replicato in diverse parti del mondo.

“Sono stata testimone di famiglie che soffrivano di violenza domestica, abuso di minore e abbandono. Il comune denominatore era l’assenza di empatia. Volevo dimostrare che il destino non è segnato alla nascita" spiega Gordon. "Ho creato Roots of Empathy per dare ai bambini l’opportunità di spendere un intero anno a stretto contatto con un genitore e un neonato del quartiere che sono un modello naturale di attaccamento, il migliore modello di empatia al mondo”.

Al centro del programma vi sono quindi un genitore e un bambino che visitano una classe per la durata di un anno scolastico. Un istruttore di Roots of Empathy accompagna gli studenti a osservare lo sviluppo del bambino e a dare un nome alle sue emozioni.

Nel corso di questo apprendimento esperienziale, il neonato è “il maestro” e aiuta i bambini a riconoscere e riflettere sulle proprie emozioni e quelle degli altri - cioè a praticare l'empatia. L’istruttore, che ha un curriculum specifico, tiene inoltre lezione alla classe ogni settimana che precede e segue l'incontro con la famiglia. Ricerche indipendenti confermano l’impatto di questo programma senza precedenti e il suo successo nel ridurre il livello di aggressione e bullismo e nell’aumentare l’empatia, stimolando maggiore gentilezza, cooperazione e condivisione tra gli studenti. Il programma è stato replicato in diverse scuole del Canada e in altri dieci paesi.